Assemblea Ordinaria del 24 maggio 2019

Si è tenuta l’Assemblea Ordinaria del Comitato di Quartiere Casilina Vecchia – Mandrione, e quest’anno abbiamo avuto anche tanti ospiti con noi. All’ordine del giorno erano: l’approvazione del bilancio 2018; il rinnovo del Consiglio Direttivo; la ratifica dei nuovi soci; le linee guida del 2019; varie ed eventuali. I dettagli sono a verbale.

Il Presidente Claudio Isidori ha riportato le voci di entrate e uscite, spiegando che per effetto delle disposizioni del Ministero degli Interni che riguardano le manifestazioni all’aperto e che rispondono a precise normative sulla sicurezza, non possiamo più organizzare feste e compleanni al giardino, e quindi non possiamo beneficiare dei proventi di queste attività. Tali nuove discipline non impediscono, beninteso, iniziative all’aperto ma le rendono estremamente complicate ed onerose tanto da indurre il nostro Comitato a rinunciarvi. Ovviamente tutti i soci sono liberi di riunirsi e di utilizzare il giardino, e non si possono impedire le manifestazioni spontanee.

Abbiamo parlato della situazione di Via del Mandrione, del Consorzio, delle cavità sotterranee e dei progetti in corso, che ci vedono parte attiva nei tavoli di lavoro e che prevedono la messa in sicurezza dei pedoni e una viabilità alternativa e più sostenibile per la strada e per i cittadini, ormai imminente; del monitoraggio della qualità dell’aria e del biossido d’azoto condotto  in collaborazione con le Associazioni Cittadini per l’Aria Onlus e Salvaiciclisti Roma, con le Università, con le Asl, con il Comune di Roma; stiamo portando avanti con i mezzi a nostra disposizione (esposti e segnalazioni), la situazione dell’ex mensa ferroviaria e abbiamo conosciuto Giovanni, che lì vive e che ha chiesto scusa per il disagio e i “dispetti” che alcuni suoi coinquilini stanno causando; con la Comunità Territoriale stiamo preparando una grande petizione capitolina, estesa a tutta la Città per sollecitare la Politica e le Istituzioni  per l’applicazione del Regolamento sul Decentramento e dare più fondi e più libertà di azione ai Municipi, per restituire funzionalità e dignità alla nostra città.

Il nostro Comitato di Quartiere cerca di essere attivo su tutto il territorio ed in tutte le sedi istituzionali possibili. Con orgoglio, possiamo dire di aver contribuito a promuovere ed affermare il nostro quadrante che per troppi anni è stato scarsamente considerato e quindi urbanisticamente trascurato. Possiamo dire di essere oggi  ben visibili ed “in gioco “ anche noi.

Anche a riprova di questo, a conclusione del quest’anno all’Assemblea abbiamo avuto ospiti: il Vice Presidente del Municipio Roma VII Giuseppe Comisso; l’Assessore alle Politiche dell’Urbanistica, Lavori Pubblici, Parcheggi e Alberature Stradali Salvatore Vivace; l’Assessore Politiche della Mobilità, Trasporti, Ambiente, Decoro Urbano ed AMA Daniele De Sisti; l’Assessore alle Politiche delle Attività Produttive, Turismo, Sviluppo Locale, Servizi Pubblicitari, Legalità e Sicurezza Piero Accoto, che hanno espresso i loro pareri e invitato i cittadini a fare domande e segnalazioni per tutte le questioni di disagio; l’Ente Parco dell’Appia Antica, con la dottoressa Francesca Mazzà e l’archeologo dottor Pasquale Grella. Da ottobre 2018 il nostro territorio è infatti stato incluso nell’ampliamento del Parco dell’Appia Antica, che dal Parco degli Acquedotti e Tor Fiscale arriva fino a Porta Maggiore. Siamo quindi all’interno di un quadrante che va tutelato sia dal punto di vista ambientale che da quello archeologico, storico e culturale, e avremo per questo il supporto e la collaborazione anche dell’Ente Parco.

In più, una ventina di nostri associati, hanno ottenuto dal Municipio il tesserino di volontari del verde e partecipano ad attività sociali che si svolgono anche in altre parti della città. Attività queste, rese possibili grazie alla non comune iniziativa a Roma, della Presidente Monica Lozzi.

Continuiamo a mantenere al meglio questa area verde apprezzata ed invidiata da tutta la città con lo stesso spirito con il quale l’abbiamo prima immaginata e poi inventata 15 anni fa con Alberto, Giancarlo, Gino, Aldo, Pino, Claudio e tanti altri nuovi arrivati,  favorendo incontri con altre Associazioni e con altri cittadini. E’ la nostra Piazza, l’unica in zona, la nostra Agorà.

Ma come si orienterà il nostro Comitato nell’anno in corso e nei prossimi? Ovviamente sosterremo con tenacia le iniziative fin qui descritte e quelle nuove che certamente verranno, prestando,  come sempre,  massima attenzione al territorio ed alle sue inevitabili trasformazioni ma consapevoli che si debba fare qualcosa in più.

Abbiamo tutti avuto modo di constatare, che la Città non funziona più sia nei servizi essenziali che in quelli di secondo livello. E questo indipendentemente dalle compagini politiche che la governano e che si sono susseguite negli anni. Abbiamo verificato che la politica a Roma, peraltro com’è ridotta,  non è più in grado di Amministrare la Città. I mega Municipi ed in particolare il nostro, frutto di una scellerata scelta governativa degli anni passati,  fanno sempre più fatica a soddisfare le esigenze crescenti dei cittadini a seguito, secondo noi, della mancata applicazione del Regolamento del decentramento amministrativo approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 10 dell’8 febbraio 1999 – in vigore l’1 aprile 1999 (venti anni!!) relativo al decentramento dei poteri  del comune .

In pratica, il ruolo svolto dai Municipi, salvo rare deleghe, è di sola interfaccia ai cittadini perché tutte le decisioni vengono prese e le relative risorse sono allocate e spese dal Comune e dai Dipartimenti.

Questi ultimi, si accaparrano importanti stanziamenti di denaro pubblico per progetti ed opere pubbliche ma molto spesso,  a causa  di varie  inefficienze, alla fine di ogni anno sono costretti , come previsto dalla legge,  a restituirli inutilizzati.

Crediamo invece che i Municipi, ponendosi come unico e diretto interlocutore del cittadino, possano più efficacemente utilizzare tali fondi, destinandoli ad opere ed infrastrutture per il territorio, evitando così il rischio della restituzione.

Ovviamente, il controllo delle destinazioni dei relativi fondi, deve trovare attenta, puntuale ed approfondita verifica da parte degli Organi preposti.  Al Comune sarebbe riservata l’importantissima funzione di coordinamento dei Servizi Generali più importanti come Trasporti, Viabilità generale, Ambiente,  Controllo delle Società Partecipate, Ispettorato ecc…

Per questo motivo, insieme alla Comunità Territoriale del VII Municpio a Carte in Regola, all’ Università , ai Tecnici, tutti Attori rigorosamente super partes,

Per tale petizione, sono previste in futuro specifiche assemblee pubbliche alle quali, attraverso i consueti canali di comunicazione, verrete chiamati a partecipare prima ,  condividere  poi e sottoscrivere  infine il documento finale.

Vi ringraziamo e rivolgiamo ancora un invito a farsi avanti, a tutti coloro che volessero dedicare parte del loro tempo  a questa libera Associazione di Cittadini. Anche il nostro Comitato di Quartiere necessita di maggiore partecipazione, coinvolgimento, energia  e ricambio nelle funzioni.

IMG-20190524-WA0006Foto collage assemblea 2019 (1)IMG-20190524-WA0004Assemblea 2019

Assemblea Ordinaria del 24 maggio 2019ultima modifica: 2019-06-02T11:58:47+02:00da mandrione1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento